Trattamenti Uomo

Uomo-cerchio
All’inizio del percorso medico estetico è necessaria una prima visita medica in cui portare i documenti sanitari, gli esami in possesso e gli eventuali farmaci in uso. Ottieni maggiori informazioni sulla prima visita. Vi è anche la possibilità di chiedere un breve colloquio gratuito, contatta lo studio.

Il volto dell’uomo ha caratteristiche somatiche diverse rispetto a quello della donna.

Presenta una connotazione che può essere stilizzata come un triangolo con la base nella parte inferiore del viso e la punta rivolta verso gli occhi. Al contrario il volto femminile giovane ricorda un triangolo con base passante sulla fronte e punta sul mento, zigomato com’è nel suo terzo superiore.

Col passare degli anni le due fattezze tendono a perder i loro connotati originari e vanno verso una forma di somiglianza: la donna per effetto del rilassamento tissutale spesso riduce i volumi dell’area zigomo-malare ed evidenzia di più l’area mandibolare mentre l’uomo per effetto della minore spinta ormonale maschile, tende a perdere l’importanza dei distretti inferiori del volto, con perdita dell’aspetto tipico della vigorosa mascella giovanile.

 

Ripristinare il distretto inferiore ridona armonia al volto del maschio, e questo è fattibile in un’unica seduta di SOFT RESTORATION con FILLER ALL’ACIDO JALURONICO. Trattamento che presenta una durata di 9-12 mesi e si effettua con l’inserimento a raggera di filler mediante una speciale micro-cannula indolore, con ripresa immediata della normale attività, salvo l’astensione per due giorni da palestra e sauna.

 

Un altro aspetto che va curato nell’uomo è l’espressione della regione di fronte e occhi.

Il trattamento con TOSSINA BOTULINICA è di fatto il più richiesto dai soggetti di sesso maschile. Rapido, indolore e a comparsa progressiva nell’arco di qualche giorno; il rilassamento dei muscoli che corrugano lo sguardo dona un aspetto riposato ed ottimista, tanto che è molto in voga tra persone del mondo politico ed imprenditoriale, che necessitano di emanare un’immagine positiva.

Unico accorgimento è sempre quello di utilizzare dosaggi non esagerati per non irrigidire l’espressività e ricercare sempre un’espressione che esalti le caratteristiche maschili, evitando ali di gabbiano e occhi orientaleggianti. Tutto ciò è ovviamente dettato da competenza tecnica e esperienza del medico operatore.

 

Per levigare l’epidermide e renderla più compatta, è molto gradito il trattamento di RADIOFREQUENZA FRAZIONATA, ciclo indolore che stimola il collagene attraverso il calore. Interessante perché basato su alcune sedute mensili a risultato progressivo il FOTORINGIOVANIMENTO CON LASER FRAZIONATO,  e senz’altro il nuovo ed efficacissimo LASER ENDOLIFT, utile trattamento dove prevale la lassità di collo e terzo inferiore del viso.

 

Il tessuto cadente può venire sollevato con una metodica definita attraverso il LIFTING NON CHIRURGICO, con l’impianto di fili riassorbibili con acido polilattico, con l’accortezza di utilizzare almeno due paia di queste suture. La trazione ben giocata e la stimolazione progressiva di tessuto fibroso danno un risultato stabile per 18 mesi. Si tratta di una tecnica ormai consolidata che impone solo alcuni accorgimenti per alcuni giorni, ma ripaga con un notevole miglioramento del volto.

 

All’uomo non propongo mai “punturine” di vitamine e amminoacidi, poiché sopporta poco il fastidio dell’ago, preferisco trattare le macchie con PLEX’R e mai con peelings, che rendono un aspetto un po’ diafano e poco naturale.
Molto apprezzato è il trattamento BLEFAROPLASTICA NON CHIRURGICA effettuato con PLEX’R.  In alcune sedute, generalmente 3, è possibile ridurre la pesantezza dello sguardo.  Con la stessa tecnica si rimuovono anche XANTELASMI, FIBROMI PENDULI, VERRUCHE che ad una certa età si presentano con frequenza.